Seguici su
Cerca

Elezioni Regionali 2024

Alle elezioni regionali in Piemonte 2024 si voterà sabato 8 e domenica 9 giugno. I seggi apriranno alle ore 15 di sabato e resteranno aperti fino alle ore 23. Domenica si potrà votare dalle ore 7 alle ore 23.
Data:
Domenica, 19 Maggio 2024
Elezioni Regionali 2024

Descrizione

Per votare bisogna essere muniti della propria tessera elettorale e di un documento di identità e recarsi al seggio presso la Sezione elettorale indicata nella tessera elettorale stessa.

 I documenti di identità da presentare al momento del voto sono quelli ricompresi in una delle tre seguenti categorie:

  1. carta d’identità o altro documento d’identificazione munito di fotografia, rilasciato da una pubblica amministrazione, anche se scaduto, purché sia sotto ogni altro aspetto regolare ad assicuri l’identificazione dell’elettore;
  2. tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, purché munita di fotografia e convalidata da un Comando militare;
  3. tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia.
Inoltre può essere esibita la ricevuta della richiesta di CIE, in quanto munita della fotografia e dei dati anagrafici del titolare, nonché del numero della CIE cui si riferisce.

L’elettore può esprimere la propria volontà attraverso il voto in tutti i modi consentiti dalla legge:

  1.  L'elettore può votare tracciando un segno sul relativo contrassegno per una lista circoscrizionaleQuando l'elettore esprime il voto per una lista circoscrizionale, questo si intende espresso anche a favore del candidato Presidente collegato alla stessa lista e alla sua lista regionale.
  2.  L'elettore può votare esprimendo il voto di preferenza a fianco di un contrassegno di una lista circoscrizionale scrivendo il cognome o il nome cognome in caso di omonimia del candidato, tracciando, o meno un segno sul contrassegno. Si possono esprimere una o due preferenze. Se si esprimono due preferenze occorre indicare candidati di genere diverso altrimenti la seconda preferenza viene annullata. Anche in questo caso, il voto si intende espresso per la lista circoscrizionale, ma soltanto se il candidato risulta presente in tale lista. E anche in questo caso il voto si intende espresso a favore del candidato Presidente e alla sua lista regionale collegata alla stessa lista circoscrizionale.
  3.  L’elettore può votare sia per il candidato Presidente e per la sua lista regionale tracciando un segno sul nome del candidato Presidente prescelto o sul contrassegno della lista regionale, sia per una lista circoscrizionale a lui collegata tracciando un segno sul relativo contrassegno oppure scrivendo il cognome o il nome e cognome in caso di omonimia del candidato prescelto accanto al simbolo della lista circoscrizionale di cui il candidato fa parte.
  4.  L’elettore può votare per il solo candidato Presidente e per la sua lista regionale, senza esprimere alcun voto di lista circoscrizionale, tracciando un segno sul nome del candidato Presidente prescelto o sul contrassegno della lista regionale.
  5.  Il voto disgiunto: l’elettore può votare per un candidato Presidente e per la sua lista regionale, tracciando un segno sul nome del candidato Presidente prescelto o sul contrassegno della lista regionale e scegliere di votare anche per una lista circoscrizionale NON COLLEGATA al Presidente prescelto, tracciando un segno sul relativo contrassegno e scrivendo il cognome o il nome e cognome (in caso di omonimia) di un candidato della lista circoscrizionale NON COLLEGATA al Presidente prescelto, oppure tracciando un segno soltanto sul contrassegno della lista circoscrizionale NON COLLEGATA prescelta.
L'elettore può esprimere fino a due preferenze scrivendo il cognome, oppure il nome e cognome di candidati compresi nella lista stessa. Nel caso di identità di cognome tra candidati della stessa lista è necessario sempre scrivere nome e cognome a fianco del contrassegno, a pena di annullamento della preferenza. L'espressione di due preferenze per candidati circoscrizionali appartenenti allo stesso genere comporta l'annullamento della seconda preferenza. Nella sede dei seggi elettorali e nei luoghi pubblici indicati dai Sindaci verranno affissi i manifesti con il nomi dei candidati alla Presidenza della Regione con la rispettiva lista regionale (cosiddetto listino) e gli elenchi dei candidati delle liste circoscrizionali.

Documenti allegati

A cura di

Ulteriori Informazioni

Ultimo aggiornamento

19/05/2024 15:20




Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri